Contrasto al traffico di esseri umani nel Mediterraneo: rientra in porto dopo 11 mesi la Cavour

portaerei-cavourTaranto, 3 giu – Il 27 maggio, dopo undici mesi, nave Cavour , flag ship dell’operazione militare EUNAVFOR MED – SOPHIA – è rientrata presso la stazione navale Mar Grande di Taranto, portando a compimento il proprio contributo all’operazione europea.

L’impegno della nave ammiraglia della Marina Militare, prima flag ship di un dispositivo aeronavale europeo finalizzato al contrasto dei trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo centrale, era iniziato il 26 giugno dello scorso anno e si è concretizzato in un totale di 283 giorni in teatro operativo, di cui 215 giorni in navigazione, con quasi 5.000 ore di moto.

Nave Cavour ha ospitato lo staff europeo della missione, comandato dal Contrammiraglio Andrea GUEGLIO, e composto da circa 60 Ufficiali e Sottufficiali provenienti da 14 nazioni. Ha direttamente partecipato alle attività tattiche con l’impiego degli elicotteri EH-101, per un totale di circa 400 ore di volo.

L’area ospedaliera della nave Ammiraglia ha poi permesso di assicurare un presidio medico-sanitario di elevate capacità, grazie alla presenza di un team medico di tipo Role-2, che ha svolto un’intensa attività diagnostica, radiologica e di laboratorio ma, soprattutto, chirurgia salva vita a favore sia di migranti recuperati in mare durante gli eventi di search and rescue, sia di marinai imbarcati sulle unità del dispositivo europeo ma anche su pescherecci presenti in zona.

Nel corso del lungo impegno operativo, a bordo di nave Cavour si sono svolte diverse attività di alta rappresentanza politica e militare, tra le quali le visite a bordo del Ministro della Difesa italiano, dell’Alto rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza e Vicepresidente della Commissione europea, della commissione Difesa della Camera del Parlamento italiano, del Capo della Polizia italiana, del Comandante operativo di vertice interforze italiano e spagnolo e del Politico-Military Group dell’ EEAS (European External Action Service).

Nave Cavour lascia Op. Sophia passando il testimone a nave Garibaldi che – dal 1° giugno – è la nuova flagship della missione europea.

Nel proprio messaggio di saluto e congedo dalla nave, il Force Commander ha ringraziato ed elogiato la professionalità e l’entusiasmo profusi dagli uomini e dalle donne della portaerei, che sono risultati sul mare “secondi a nessuno”. Al temine di un così lungo periodo d’impiego in teatro operativo , potranno ora dedicarsi meritatamente e con orgoglio alle proprie famiglie ed ai propri affetti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.