Champagne sempre in fresco, mandorle, pizzette e camerieri: la Marina privata dell’ammiraglio

mimbelliUn ordine di servizio permanente di Nave Mimbelli stabilisce le singolari disposizioni per le visite a bordo dell’ammiraglio. Roma, 5 ott – Sembra impossibile che in un clima di spending review, mentre il Capo di stato Maggiore della Marina militare lancia un “rischio operatività” a causa dei tagli, possa perpetuarsi un episodio del genere che il parlamentare IDV on. Di Stanislao, in una recente interrogazione, non ha esitato a bollare come “arcaici, di Marina borbonica”.

Il fatto: con una “pdf Comunicazione di servizio permanente” stilata l’8 settembre 2012 , il comandante in 2ª di nave Mimbelli (un Caccia lanciamissili della nostra Marina) dispone una serie di attività da effettuarsi sia in giorni feriali che festivi, in occasione delle eventuali visite a bordo del “Sig. Comandante in Capo della Squadra Navale”.

Le “disposizioni di dettaglio”, che sembrano assomigliare più a quelle impartite da un maître che da un ufficiale di Marina, prevedono che:

– “Ogni mattina, in particolar modo quando il Sig. CINC (acronimo di Comandante in Capo della Squadra Navale, ndr) è in Base Navale a Taranto, l’Ufficiale in Comando d’Ispezione, dovrà accertarsi della effettiva presenza in quadrato Ufficiali di una idonea bottiglia di spumante/champagne tenuta in fresco in riposto Ufficiali, nonché biscotti al burro e mandorle da tostare al momento a cura del cuoco di servizio/addetto al Quadrato Ufficiali/Quadrati Unificati”.

– “Il Capo Reparto Logistico, avvalendosi del Capo Gamella, dovrà accertarsi che sia prontamente reperibile dal personale addetto al quadrato Ufficiali il materiale di consumo sopra indicato. Alla chiamata “Il Comandante in Capo della Squadra Navale a Bordo – Alza Insegna” il personale addetto al Quadrato Ufficiali o l’addetto ai Quadrati Unificati (durante il fine setttmana/giornate festive) dovrà essere in tenuta di rappresentanza pronto a servire mandorle tostate e spumante/champagne. Le stesse tenute di rappresentanza dovranno essere di massima custodite all’interno del camerino ammiraglio in modo da essere prontamente repenbili dall’Ufficiale in Comando d’Ispezione”.

“La cucina dovrà approntarsi, nel caso in cui Sig. CINC sia in Base Navale, a preparare bruschette e pizzette calde da servire in Quadrato Ufficiali”.

Seguono poi disposizioni generiche sugli onori, fischi, e innalzamento di insegne da eseguirsi “rapidamente” a cura del personale.

De-GiorgiL’attuale Comandante in Capo della Squadra Navale, amm. Giuseppe De GiorgiCome rileva l’on. Di Stanislao nella sua interrogazione, “in periodi di estrema difficoltà economica pare esagerato tale spiegamento di forze, anche in giorni festivi, per accontentare i desideri personali del sia pure comandante in capo; tali atteggiamenti per chi li riceve e chi li ordina, fanno ritornare indietro tutta la Forza armata della Marina ad una cultura pre-unitaria”.

L’osservazione del parlamentare ci pare sensata, ma noi di GrNet.it saremmo invece curiosi di sapere chi sarebbe quel personale che “in tenuta di rappresentanza” deve essere sempre “pronto a servire mandorle tostate e spumante/champagne”, oltre a pizzette e bruschette. Da quello che ci risulta infatti, con l’abolizione della leva e il conseguente passaggio al personale professionalizzato, non esistono nelle Forze armate reparti addetti alla formazione di militari camerieri/maître che “in tenuta di rappresentanza” devono essere sempre pronti al fiammifero (anche in giorni festivi) per soddisfare le esigenze mondane dei vertici militari.

Quello che ci auguriamo è che simili episodi da belle époque possano al più presto avere termine. Non vorremmo che nelle nostre Forze armate, duramente colpite dalle riforme e dai tagli, che piange i caduti in terre lontane, possa spuntare qualche bat-ammiraglio o bat-generale che crede di poter usare i militari come suoi personali lacchè.

Rimaniamo, ovviamente, in trepida attesa per conoscere la risposta che l’ammiraglio-ministro Di Paola fornirà all’interrogazione parlamentare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.