“Big blu” e Guardia Costiera: binomio inscindibile

big_blu_notteRoma, 22 feb – Non poteva mancare la presenza della Guardia costiera al IV Salone Internazionale del Mare “Big Blu” che dal 20 al 28 febbraio è in scena alla nuova Fiera di Roma. “Parlare di mare senza parlare della Guardia Costiera” ha spiegato l’Ammiraglio Ispettore Pierluigi Cacioppo,
in rappresentanza del Comandante Generale, nel corso della conferenza inaugurale “è quasi impossibile. Quel bambino con la maglietta gialla in una tinozza rossa, simbolo quest’anno del “Big Blu”, deve sapere che in mare avrà sempre al suo fianco la costante presenza di un amico rappresentato da uomini e donne del Corpo. Sono gli stessi compiti istituzionali a noi affidati – che spaziano dal soccorso alla tutela dell’ambiente, al monitoraggio del traffico mercantile, al controllo dell’intera filiera della pesca e questo solo per citare i principali – ad avvallare questa affermazione facendoci considerare da tutti coloro che nel mare trovano una ragione di  vita e o di svago un punto di riferimento essenziale. Ci fa molto piacere quindi” ha concluso l’Ammiraglio ”essere presenti a questa importante manifestazione che in solo quattro anni è divenuta punto di riferimento nel panorama fieristico italiano”. Oltre a uno stand dove gli appassionati del diporto potranno trovare risposta alla loro domande e utili consigli per evitare problemi nella navigazione, la partecipazione del Corpo è completata dall’organizzazione di un incontro previsto nella giornata di sabato 27 febbraio dal titolo “Evitiamo di essere salvati” un question-time a cui parteciperanno, in rappresentanza dei diportisti, giornalisti delle maggiori testate di settore. In un impegnativo faccia a faccia questi rivolgeranno al Comandante Vittorio Alessandro, Capo ufficio delle Relazioni Esterne del Comando Generale, una serie di domande sulle principali tematiche che ancora creano perplessità tra i diportisti. La presenza della Capitaneria di Porto  – Guardia Costiera alla quarta edizione del “Big Blu” è completata, all’ingresso nord della Fiera, da una mostra statica di mezzi navali e terrestri e da due stazioni mobili VTS (Vessel Traffic Service) sistema avanzato di monitoraggio per la sicurezza dei traffici marittimi e la tutela dell’ambiente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.