Somalia: team dell’Esercito italiano addestra forze di sicurezza locali

Esercito-UgandaRoma, 12 gen. – Personale dell’Esercito italiano ha cominciato il proprio compito di team addestrativo delle forze di sicurezza somale nel quadro del terzo turno degli avvicendamenti dei team internazionali della missione European Union Training Mission Somalia (EUTM Somalia) che operano presso la Scuola Addestrativa di Bihanga in Uganda.

I militari italiabni impegnati nel teatro operativo ugandese sono componenti dei Team Mine and IED Awareness (M-IEDA) e Combat Life Saving (CLS). Si tratta di 2 ufficiali, 2 sottufficiali e 4 graduati provenienti dal Reggimento Genio Ferrovieri di Bologna, dalla Scuola di Sanità e Veterinaria Militare di Roma e dal 24 REMA di Merano, giunti il 30 dicembre. Una volta effettuato il briefing introduttivo inerente agli aspetti salienti della missione presso il Main HQ in Kampala, il gruppo militare italiano ha raggiunto l’area addestrativa di Bihanga, dove opera il Battaglione Addestrativo multinazionale. I due Team M-IEDA e C.L.S., hanno il compito rispettivamente di addestrare le reclute delle forze di sicurezza somale in merito al riconoscimento delle principali mine utilizzate in Somalia e di ordigni inesplosi attraverso esercizi di Explosive Ordinance Reconnaisance, e di spiegare, fra i tanti argomenti, il concetto di emergenza medica nel campo di battaglia, i diversi livelli di cura, le diverse tipologie di evacuazione medica e il corretto uso dei pacchetti di medicazione individuali.

La missione EUTM, mirata all’addestramento di oltre 2.000 soldati somali, è schierata in Uganda, con il Mission HeadQuarters (MHQ) presso la capitale Kampala, una base addestrativa (Training Camp) a Bihanga ed un ufficio di collegamento a Nairobi (Kenya). (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.