Sicurezza: nei cantieri della A3 parte giovedì la vigilanza dell’Esercito

A3A3Reggio Calabria, 5 feb – Partirà giovedi prossimo, 10 febbraio, la vigilanza fissa da parte dell’Esercito in tre cantieri per l’ammodernamento dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. La vigilanza sarà attuata giorno e notte e riguarderà, in particolare, tre cantieri del tratto reggino dell’autostrada, due nel quinto macrolotto, a Bagnara e a Scilla, e uno nel sesto, a Campo Calabro. Nel servizio saranno impiegati, complessivamente, sessanta militari.

La vigilanza da parte dell’Esercito si affiancherà a quella che già viene attuata dalle forze dell’ordine. I soldati, secondo quanto è stato spiegato dal prefetto Varratta, nel caso in cui rilevino azioni intimidatorie, non interverranno direttamente ma lo segnaleranno alle centrali operative delle forze di polizia, che disporranno le necessarie azioni repressive. ”Siamo fiduciosi – ha detto all’ANSA il prefetto di Reggio, Luigi Varratta – che questa misura si rivelerà sufficiente per scongiurare nuovi episodi intimidatori ai danni delle imprese impegnate nei lavori di ammodernamento”.

L’Esercito viene già utilizzato dal 18 ottobre scorso a Reggio Calabria, con l’impiego di ottanta militari, per la vigilanza fissa davanti agli uffici della Dda, della Procura generale, della Corte d’appello e dell’abitazione del procuratore generale, Salvatore Di Landro. Una misura decisa dopo gli attentati verificatisi nel corso del 2010 contro la sede della Procura generale, l’abitazione del procuratore Di Landro e dopo il ritrovamento di un bazooka davanti la sede della Dda. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.