‘Ndrangheta, Reggio Calabria: i bambini incontrano il comandante del reggimento “Sicilia”

Carabinieri-e-Esercito-Op.-Strade-SicureReggio Calabria, 19 ott. – Sono stati i bambini della scuola elementare Galluppi a dare il benvenuto ai militari dell’Esercito che presiederanno la città dopo gli atti intimidatori indirizzati ai magistrati. Questa mattina al Cedir, sede della Procura della Repubblica, si è svolta una breve manifestazione pubblica voluta dal sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Raffa per accogliere i soldati. Il comandante del Reggimento fanteria di Sicilia, il colonnello Giorgio Bertini, ha incontrato i piccoli studenti con i quali si è intrattenuto insieme al primo cittadino. “Reggio è una città accogliente, che vede di buon grado la presenza di nuove forze dell’ordine che garantiranno la sicurezza e consentiranno di liberare energie sul territorio per quel lavoro ancora più importante che è la prevenzione”, ha detto il sindaco Giuseppe Raffa, il quale ha aggiunto che “lo Stato sta dimostrando la sua presenza ma serve molto di più: rimpinguare gli organici di forze dell’ordine e magistratura, un lavoro di intelligence sul territorio. Da parte nostra -ha detto ancora- agiremo con forme di istruzione ai ragazzi e percorsi di legalità che l’amministrazione sta mettendo in campo”. La scuola Galluppi con i suoi studenti rappresentava tutti gli istituti scolastici di Reggio. “Stiamo facendo con i bambini -ha spiegato Maria Antonia Pontillo della direzione didattica- un programma di cittadinanza e Costituzione per educarli al rispetto della legalità e delle norme”. Sulla presenza dei soldati in città, la rappresentante della scuola ha detto che i bambini li vedono “non come nemici ma come aiuto del territorio, di cui c’è tanto bisogno”. Il progetto che la scuola sta portando avanti, finanziato dai fondi Pon, si chiama “Oggi bambino domani cittadino”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.