Manovra, Esercito: personale in esubero può essere distaccato alle Commissioni tributarie

esercito-parataRoma, 5 lug – Nelle pieghe del testo definitivo della manovra finanziaria presentata alla Presidenza della Repubblica, spunta anche una norma che permetterebbe al personale dell’Esercito (non si capisce bene perchè il testo fa’ cenno solo a questa forza armata), con il proprio consenso, di essere distaccato alle segreterie delle Commissioni tributarie. Di seguito il testo integrale dell’art. 39 comma 7:
7. Previo accordo tra il Ministero della difesa ed il Ministero dell’economia e delle finanze, il personale dei ruoli dell’esercito che risulti in esubero può essere distaccato, con il proprio consenso, alle segreterie delle Commissioni tributarie. Il distacco deve essere preceduto da una valutazione, da parte del dirigente del Ministero dell’economia e delle finanze territorialmente competente, delle esperienze professionali e dei titoli di studio vantati dall’interessato diretta ad accertare l’idoneità dello stesso a svolgere le funzioni proprie delle qualifiche professionali che risultano carenti presso le segreterie delle commissioni tributarie. Il personale distaccato conserva il trattamento economico in godimento, limitatamente alle voci fondamentali ed accessorie, aventi carattere fisso e continuativo, che continuano a gravare sull’amministrazione di appartenenza, e svolge i propri compiti in base ad una tabella di corrispondenza approvata dal Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, di concerto con i Ministro della difesa e dell’economia e delle finanze. Ai fini dell’invarianza della spesa, con l’accordo di cui al primo periodo, vengono individuate le voci del trattamento economico accessorio spettanti per l’amministrazione di destinazione, che non risultino cumulabili con quelle in godimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.