Esercito: nasce COMFORDOT per la formazione e la specializzazione

comfordotIl nuovo comando è formato da circa 250 persone e gestisce circa 11.000 militari. Roma, 13 gen – Nasce “Comfordot”, il nuovo Comando per la formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito guidato dal generale di Corpo d’Armata Massimo De Maggio, che eredita le funzioni di Comsup Foter, il comando operativo che gestiva i Combat Support e i Combat Service Support delle forze operative terrestri attivo fino alla fine dell’anno scorso. “Si tratta – spiega il generale De Maggio all’Adnkronos – di una trasformazione a costo zero di accorpamenti di funzioni già esistenti, di scuole e poli di addestramento che produrranno economia nell’intero sistema”. Con sede a Roma, presso la Caserma Renato Arpaia della Cecchignola, il comando formato da circa 250 persone gestisce circa 11.000 militari, si occupa della formazione di base e di quella di specializzazione di ufficiali, sottufficiali, graduati e militari di truppa. Dopo la costituzione degli uffici necessari al funzionamento del comando si passerà “agli accorpamenti necessari delle unità dipendenti affinchè si possano, nell’arco di un anno, arrivare ad avere sinergie che producano gli effetti che auspichiamo – aggiunge De Maggio – e avere quindi funzionalità piena nei settori di competenza”.

Sinergia più stretta tra gli istituti deputati alla formazione del personale

Comfordot dovrà quindi “dare organicità a tutte quelle attività principali relative alla formazione del personale di tutte le categorie, attraverso una sinergia più stretta tra gli istituti che già sono deputati alla formazione del personale, e le scuole di specializzazione deputate a rendere questo personale più specialista nei settori in cui viene impiegato. A questo si aggiunge un altro settore – prosegue il comandante – che è quello dottrinale, cioè quello che attiene alla normativa d’impiego del personale nelle varie unità a cui poi apparterra’”. Ma come avviene la scelta dei militari che ne faranno parte? “Nell’Esercito – dice il generale De Maggio – abbiamo già unità operative costituite, molti uomini quindi già fanno parte di quelle unità, alcuni di loro vanno riqualificati in alcune specializzazioni particolari attinenti agli incarichi che gli verranno assegnati. Altri arrivano nell’Esercito per la prima volta attraverso concorsi e quindi il militare viene formato e poi specializzato e avviato alle unità di impiego. Questa seconda parte di funzioni è quella precipua di Comfordot”.

Il comando curerà la sperimentazione dei mezzi, delle armi e dell’equipaggiamento

Il nuovo comando Comfordot è anche responsabile dei procedimenti d’impiego tecnico-tattici dell’Esercito, cura la sperimentazione di mezzi, materiali d’armamento e di equipaggiamento di nuova acquisizione e, attraverso il dipendente Centro di Validazione e Simulazione, svolge esercitazioni per Posti di Comando dei quali valida la capacità prima dell’impiego nei cosiddetti “teatri operativi”. “I comandi delle unità dell’Esercito che sono destinati ai teatri operativi effettuano un periodo di addestramento presso il centro di simulazione dell’Esercito di Civitavecchia. Qui avviene l’addestramento attraverso sistemi di simulazione che realisticamente propongono gli stessi scenari che potrebbero crearsi nei teatri operativi all’estero”, conclude il generale De Maggio. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.