Esercito: gli allievi marescialli si addestrano simulando scenario afghano

graziano-allievi-marescialliRoma, 24 lug – Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Claudio Graziano, ha incontrato ieri a Venzone gli Allievi Marescialli del 14° corso impegnati nella fase conclusiva del campo d’arma estivo, nell’area addestrativa di Gemona del Friuli.

In particolare, gli allievi marescialli hanno condotto, con il supporto di elicotteri A 129 Mangusta, un’esercitazione a fuoco simulando un tipico scenario afghano. Nel corso dell’azione, gli allievi hanno gestito un evento in cui è stato simulata l’esplosione di un ordigno improvvisato e l’evacuazione di un ferito.

Il Generale Graziano, rivolgendosi agli allievi, futuri comandanti di plotone, dopo aver espresso parole di apprezzamento per l’attività svolta, ha sottolineato l’importanza dell’addestramento che “oltre ad essere indispensabile per la sicurezza dei soldati in operazioni” rappresenta “un’ occasione per cementare i rapporti di fratellanza e altruismo, alla base dell’essere soldato” e ha poi esortato i giovani allievi marescialli “a trasportare il proprio entusiasmo nel proseguo della carriera militare”.

Con la campagna tattica, iniziata i primi gironi di luglio, si conclude, per i 151 allievi marescialli del 14° corso “Patria”, tra questi cinque donne, il secondo anno di formazione presso la Scuola Sottufficiali dell’Esercito di Viterbo.

Al termine del ciclo formativo triennale, gli allievi marescialli conseguiranno la laurea di primo livello in “scienze organizzative e gestionali” presso l’università della Tuscia, mentre gli allievi marescialli qualificati “infermieri professionali” acquisiranno la laurea di primo livello in infermieristica presso l’università “Roma tre”. La figura del maresciallo quale “junior leader”, nel contesto degli attuali scenari di impiego operativi, è un elemento cardine e irriducibile, che l’Esercito impiega principalmente come comandante di plotone peculiarità unica in ambito NATO.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.