Esercito: gen. Valotto inaugura l’anno accademico della scuola Marescialli, molte le aspiranti

donne-teulieBiblioteca intitolata al parà ucciso a Kabul. Roma, 10 dic – E’ stata intitolata al caporal maggiore scelto Giandomenico Pistonami, il parà ucciso in un attentato a Kabul il 17 settembre 2009, la biblioteca della Scuola sottufficiali dell’Esercito, a Viterbo, di cui il capo di Stato maggiore della Forza armata, Giuseppe Valotto, ha inaugurato oggi l’anno accademico. Presenti alla cerimonia anche il padre e la madre del giovane militare. ”Un esempio tangibile del valore dei nostri volontari – ha detto il generale Valotto – ci è stato lasciato dal caporal maggiore scelto Giandomenico Pistonami, caduto in un vile attentato lo scorso anno a Kabul. Ai suoi genitori, che rappresentano idealmente tutte le famiglie che hanno vissuto la tragica scomparsa di un loro caro caduto nell’adempimento del dovere, vada la nostra sincera e imperitura vicinanza”.

I rintocchi della ”Campana del Dovere”, suonata dall’allievo capo corso, hanno segnato l’inizio del nuovo anno accademico. Alla scuola sono iscritti 456 allievi (tra cui 17 donne): 161 che hanno appena cominciato il corso formativo triennale, 183 del secondo anno e 106 che a luglio 2011 verranno assegnati ai reparti operativi dell’Esercito (l’Italia è l’unico paese che investe tre anni per la formazione dei sottufficiali). A tutti si è rivolto il Capo di Stato maggiore invitandoli a considerare sempre ”l’individuo il punto cardine di un esercito efficiente ed efficace, il centro di gravità e punto di forza della nostra organizzazione”.

La carriera di maresciallo dell’Esercito, oltre ad essere quella con maggiori aspiranti, è anche molto gettonata dalle donne (che possono sempre concorrere all’intero numero di posti): al concorso del 2010, su 20.000 domande per 112 posti a disposizione, ben 3.500 sono al femminile. Per quanto riguarda gli ufficiali, invece, le domande “rosa” sono state 1.500 su un totale di 7.000 (120 i posti a concorso); per i volontari a ferma annuale 10.000 su 60.000 (12.000 posti); per le scuole militari 260 domande sono state presentate da ragazze, su un totale di 1.100 (per 144 posti). Ma è nei concorsi per ufficiali psicologi – 4 posti a concorso nel 2010 – che le donne surclassano gli uomini: 150 domande, contro 50. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.