Esercito, al Ce.Si.Va. 1° sessione formativa-addestrativa per personale destinato a missioni e organismi internazionali

Cesiva_addestramentoRoma, 22 giu – Nel quadro della programmazione delle attività di formazione del Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito, dal 12 di giugno scorso, sino al 30 giugno, ha preso il via la 1^ Sessione formativa-addestrativa del personale non inquadrato in unità organiche definite che, singolarmente o in aliquote, sarà destinato a operare nell’ambito di Missioni Internazionali, Organismi Internazionali in Italia e all’estero nei Comandi multinazionali o di contingenza.

Il corso, della durata complessiva di tre settimane, è articolato in altrettanti moduli e vede impegnati, nell’ordine, la Scuola di Fanteria (SCUF), il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito (Ce.Si.Va.) ed il NATO Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA).

Molteplici gli obiettivi che la 1^ sessione formativa-addestrativa intende conseguire, «come – spiega il Ce.Si.Va. in una nota – integrare la formazione del personale da proiettare in contesti operativi peculiari, laddove non sia possibile procedere all’approntamento con unità organicamente definite come Brigate, reggimenti, battaglioni, ecc.; far conoscere gli elementi salienti dello scenario operativo, come gli aspetti culturali, ambientali, diplomatici, normativi, operativi, ed infine trasmettere i principi di base per operare adeguatamente nelle molteplici attività di interazione/mediazione in cooperazione con militari e personale civile di altra nazionalità».

Il tale contesto didattico, il modulo del Ce.Si.Va. prevede lo svolgimento di conferenze tenute da relatori individuati tra il personale militare e civile, nazionale ed estero, di provata competenza ed esperienza nei rispettivi settori, mentre quello della SCUF e dell’NRDC-ITA, rispettivamente, prenderà in esame le attività teorico-pratiche (incluse lezioni di tiro) condotte da relatori /istruttori appartenenti alla stessa Scuola ovvero Enti militari con competenza specifica nei settori C-IED e sanitario e le attività teorico-pratiche (training on the job) con lo scopo di agevolare l’inserimento del personale presso gli organismi internazionali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.