Afghanistan: soldato italiano ucciso da un cecchino

militari-iraqRoma, 31 dic. – Un alpino italiano è stato ucciso da un proiettile sparato a distanza da un cecchino nel distretto di Gulistan, nell’ovest dell’Afghanistan. Lo ha riferito in una nota lo Stato maggiore della Difesa. Il ministro Ignazio La Russa, intervistato al GR1, ha spiegato la dinamica dell’accaduto: “Oltre che una tragedia è stato un fatto di grande sfortuna. Il militare era in una torretta di guardia, protetto da tutti gli accorgimenti, ma è stato colpito da un cecchino alla spalla, nella parte laterale non protetta. Il colpo è penetrato e ha leso organi vitali. Già nei giorni scorsi vi erano stati scambi di proiettili, che però non avevano avuto conseguenze. Un lutto che si va ad aggiungere a molti altri lutti, in un giorno che sarebbe dovuto essere di festa”.

Commozione di Napolitano per la morte del militare. “Italia partecipa al dolore dei familiari e al cordoglio forze armate”

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa con profonda commozione la notizia della morte del nostro un militare italiano, impegnato nella missione internazionale per la pace e la stabilità in Afghanistan – si legge in una nota – esprime i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto e al cordoglio delle Forze Armate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.