Afghanistan: soldati italiani catturano un importante capo Talebano a Farah

militari-afghanistan12Roma, 20 gen – Un importante Capo Talebano, e altri due insurgents, sono stati catturati dai soldati italiani durante l’operazione ”Drottinsdagr”. Lo comunica in una nota il Regional Command West di Isaf di Herat, in Afghanistan. ”Sono particolarmente contento e fiero dei risultati che stiamo conseguendo con queste operazioni – ha dichiarato il Colonnello Giovanni Parmiggiani, Comandante della Task Force, al rientro in base dei propri soldati – che riportano sotto il controllo governativo porzioni sempre più grandi del territorio della provincia di Farah, elemento essenziale per un rilancio economico della zona”.

L’operazione, scattata nell’area di Bala Balouk a circa 100 km a est di Farah, ha visto l’Esercito e la Polizia afghana, supportati da una compagnia del Reggimento lagunari ”Serenissima” su blindati ”Lince”, rinforzata da un plotone di bersaglieri su corazzati ”Dardo”, condurre un’operazione di sicurezza nei villaggi di Nurzai e Takht-e-Mansur volta a contrastare la presenza di insurgents segnalati nell’area.

L’azione è stata condotta con il supporto di un velivolo a pilotaggio remoto Predator della Task Force Astore dell’Aeronautica Militare per il controllo dell’area, ed elicotteri Mangusta A129 della Task Force Fenice dell’Aviazione dell’Esercito Italiano che hanno garantito sicurezza e supporto. L’operazione si è sviluppata con una manovra di cinturazione dei villaggi da parte dei Lagunari e una successiva azione di ricerca all’interno da parte delle Forze di sicurezza afghane affiancate dai soldati italiani, tesa all’individuazione e alla cattura degli insurgents. L’operazione ”Drottinsdagr” della Task Force South (TFS) rappresenta, conclude la nota, ”un ulteriore progresso per garantire la sicurezza nella provincia di Farah e si inserisce nel piano di espansione del controllo governativo sul territorio della provincia”. (Asca)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.