Afghanistan: scontro a fuoco nel distretto di Farah, feriti 4 militari italiani

Herat, 7 ago – Quattro militari italiani sono rimasti feriti in uno scontro a fuoco nel distretto di Farah, in Afghanistan. A quanto si apprende non sarebbero in pericolo di vita.

Oltre ai 4 militari italiani è rimasto ferito anche un interprete afghano. Lo scontro a fuoco, verificatosi nei pressi di un villaggio a circa 15 chilometri da Bala Balouk, era stato preceduto dalla deflagrazione di un ordigno esplosivo improvvisato. Il ferimento dei 4 militari italiani e dell’interprete afghano si è verificato nel corso di un’attività di pattugliamento congiunta con le forze di sicurezza locali per il controllo del territorio. Dopo essere stati fatti oggetto di alcuni colpi di mortaio, che non hanno causato danni, i militari italiani si sono diretti verso l’origine dei colpi ed è in quel momento che è esploso l’ordigno e gli “insorti” hanno dato il via allo scontro a fuoco contro i militari italiani.

Sono tutti para’ del 187° reggimento della Brigata Folgore, di stanza a Livorno. Sono originari di Viareggio, Caserta, Viterbo e Palermo.

Dal comando regionale ovest a guida italiana della missione Isaf confermano che “nessuno dei feriti coinvolti nell’esplosione risulta al momento essere in pericolo di vita”. Al termine dell’attività di pattugliamento congiunta con le forze di sicurezza afghane era previsto anche un incontro con le autorita’ locali dei villaggi nella zona di Bala Balouk. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.