Afghanistan: portavoce Isaf, le scuole italiane sono un esempio ad Herat

militari-afghanistan8Kabul, 20 giu – L’attività di edificazione di scuole del Gruppo di ricostruzione provinciale (Prt) italiano ad Herat è un esempio di cooperazione con il governo afghano per la fornitura ai cittadini di una alternativa più praticabile di quella offerta dai talebani. Lo ha dichiarato oggi a Kabul il portavoce della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza Isaf, sotto comando Nato, generale Josef Blotz. ”La settimana scorsa per esempio – ha detto nel corso di una conferenza stampa, i cittadini del distretto di Injil nella provincia di Herat (sotto responsabilità militare italiana, ndr.) hanno celebrato la cerimonia di posa della prima pietra di due scuole finanziate dal governo italiano”.

Esse, ha proseguito, permetteranno la frequenza di oltre 4.000 studenti, che andranno in classe in tre turni al fine di massimizzare il numero di quelli che potranno avere accesso agli studi”. I responsabili dei lavori di costruzione ”saranno afghani – ha sottolineato – e tutti i materiali utilizzati per costruire le scuole saranno comprati in Afghanistan”, Con oltre 110.000 studenti distribuiti in 107 scuole il distretto di Injil è un esempio guida per tutto il paese. ”E vale la pena di sottolineare – ha concluso Blotz – che là il 52% degli studenti sono ragazze”.(ANSA)

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.