Afghanistan, militari italiani costruiscono due pozzi a Khyrabad

pozzo-afghanistanRoma, 2 feb – Nella regione Ovest dell’Afghanistan la task force italiana “South”, su base reggimento lagunari “Serenissima”, ha inaugurato due pozzi artesiani presso l’abitato di Khyrabad alla presenza del capo villaggio e della popolazione locale. La loro costruzione, finanziata con i fondi italiani per la cooperazione Civile-militare (Cimic), permetterà al centro (situato a circa 25 chiolometri a sud di Farah) di attingere l’acqua potabile direttamente nel villaggio tramite due pompe meccaniche. Il villaggio, in cui vivono circa mille persone, è situato in una zona arida e desertica senza risorse idriche di superficie. La costruzione rientra nel più ampio progetto di dotare nove villaggi dell’area di complessivi dodici pozzi, permettendo alla popolazione, che vive in queste zone aride, di accedere con più facilità all’acqua e quindi di rendere più fertili e produttive le aree che circondano i villaggi.

Il colonnello Giovanni Parmiggiani, comandante della task force South, durante la cerimonia di inaugurazione ha sottolineato che questi progetti sono una significativa occasione per questi villaggi della provincia sottolineando “il grande rilievo di progetti come lo scavo di un pozzo, che hanno un enorme impatto sulla qualità della vita dei villaggi della provincia in cui le pattuglie italiane rappresentano ormai un grande segno di speranza per un futuro migliore”. Al termine della cerimonia, agli abitanti sono stati consegnati anche dei secchi per il trasporto dell’acqua dai pozzi alle abitazioni. Il capo villaggio, Abdul Majd, nel ringraziare i militari italiani per la loro continua presenza e tangibile aiuto, ha affermato che avrà molta cura di questa importante e vitale donazione. (Il Velino)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.