Afghanistan: avvicendamento tra Alpini e Folgore. Petraeus, mille grazie

petraeusAncora rischi, talebani non ancora sconfitti. Herat (Afghanistan), 4 apr – ”Mille grazie”. Sfoggia il suo italiano imparato quando era in servizio a Vicenza il generale David Petraeus, comandante della missione Isaf della Nato in Afghanistan, per ringraziare i militari italiani del ”ottimo lavoro svolto nel loro settore di competenza”. Un attestato di gratitudine e di stima che il numero uno di Isaf fa nel corso delle cerimonia di avvicendamento tra la brigata Julia e la Folgore: saranno i para’, nei prossimi sei mesi, a contribuire a garantire la sicurezza nell’ovest del PAese. Altri sei mesi, ha avvertito Petraeus, che non saranno facili: ”Non ci nascondiamo i rischi. Ci saranno difficoltà ancora nel futuro, i talebani non sono sconfitti, ma le truppe di Isaf sapranno fare fronte a questi rischi e a queste difficoltà”.

”La brigata uscente – ha detto Petraeus riferendosi alla Julia – ha fatto un ottimo lavoro e voglio riconoscere l’eccezionale leadership del suo comandante il generale Marcello Bellacicco. Sono orgoglioso di poterlo decorare con due medaglie, una americana e una Nato. Due decorazioni – ha affermato il generale Usa – che riconoscono non solo il lavoro del generale Bellacicco ma anche e soprattutto l’operato di questo contingente di Isaf che negli ultimi sei mesi ha svolto davvero un ottimo lavoro nel settore di competenza”. E ”uno dei risultati di questo grande sforzo profuso nell’ovest dell’Afghanistan – ha spiegato Petraeus – è l’inclusione di Herat tra le sette municipalità che dal mese di luglio verranno formalmente riconsegnate alle autorità afghane”. ”Mille grazie al popolo italiano – ha concluso il comandante di Isaf – alle famiglie dei soldati che li hanno supportati, ma soprattutto ai militari impegnati sul campo che hanno svolto serenamente un grandissimo lavoro”.(ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.