Afghanistan: associazione Alpini consegna una casa «domotica» al militare rimasto ferito

luca_barisonziSi tratta di Luca Barisonzi colpito a Bala Murghab nel 2011. Roma, 20 mag – Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, ha presenziato ieri, a Gravellona Lomellina in provincia di Pavia, alla cerimonia di consegna della casa domotica donata dall’Associazione Nazionale Alpini al Caporal Maggiore Luca Barisonzi, alpino dell’8° Reggimento gravemente ferito in afghanistan il 18 gennaio del 2011.

All’evento hanno partecipato il presidente dell’Ana Corrado Perona, il Comandante delle Truppe alpine Generale Alberto Primicerj, il sindaco di Gravellona Lomellina Francesco Ratti, l’Ordinario Militare per l’Italia, Monsignor Vincenzo Pelvi. Luca Barisonzi viene colpito, il 18 gennaio 2011, da un terrorista infiltrato nella basa avanzata Highlander, nella provincia di Bala Murghab, al confine con il Turkmenistan. Nell’attentato perde la vita il suo compagno di pattuglia, il caporalmaggiore Luca Sanna; Barisonzi, ferito al collo e al torace, resta immobilizzato.

intervista-barisonziGuarda l’intervista a Luca Barisonzi“Grazie a te Luca per il coraggio che hai negli occhi e per essere rimasto orgoglioso dell’uniforme”, ha detto il Generale Graziano sottolineando che “quando Luca è stato ferito è cominciato un percorso che ha avuto successo e che sta avendo successo, grazie al suo spirito, al sostegno della sua famiglia, degli Alpini, dell’Esercito e dei suoi commilitoni, di questa famiglia militare orgogliosa di avere le stellette e orgogliosa di essere pronta a intervenire tanto per le calamità quanto per supportare le forze di polizia, quanto per aiutare le popolazioni, quanto, se necessario, di nuovo senza ipocrisie, di impiegare la forza se questo è l’ordine, se questa è la necessità”. (TMNews)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.