LIBIA: FRECCE; GEN.TEI, AGITO SECONDO DIRETTIVE LA RUSSA

generale_teiROMA, 2 SET – ”I comportamenti e le dichiarazioni dei militari della Pattuglia acrobatica nazionale e del loro comandante erano, oltre che rispondenti ad un effettivo stato d’animo, frutto di precise direttive del ministro della Difesa Ignazio La Russa”. E’ quanto afferma il capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, il generale Daniele Tei in relazione ad alcuni articoli apparsi oggi su alcuni quotidiani in merito alla vicenda delle Frecce Tricolori a Tripoli, sottolineando che La Russa ”si e’ tenuto in costante contatto con il comandante stesso della pattuglia oltre che con i vertici militari”. ”E’ peraltro ovvio – aggiunge Tei – che tali direttive, puntualmente trasmesse, non potessero che spettare all’autorita’ politica”. D’altronde, ricorda il capo di stato maggiore dell’Aeronautica, ”anche prima della partenza per la Libia, il ministro La Russa incontrando a Rivolto i componenti della Pattuglia acrobatica nazionale, aveva dato precise ed esplicite indicazioni sulla modalita’ della partecipazione italiana che, come di consueto, avrebbe dovuto prevedere nell’esibizione i fumi tricolori quale omaggio all’amicizia con il popolo libico”.(ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.