Filippine: partito oggi un C-130 dell’Aeronautica con i primi aiuti italiani

c-130j-filippineRoma, 16 nov – Un C-130 J dell’Aeronautica Militare è appena decollato dalla base di Pisa, sede della 46ª Brigata Aerea, alla volta del Paese asiatico per portare i primi aiuti italiani alla popolazione filippina colpita dal tifone Haiyan dell’8 novembre scorso.

Lo stesso velivolo, stanotte presso l’aeroporto di Falconara, ha imbarcato attrezzature mediche della Protezione Civile necessarie per l’allestimento di un ospedale da campo.

Dal sud-est asiatico – dove i velivoli italiani sono stati tra i primi ad arrivare dopo il terribile tsunami del dicembre 2004 – all’uragano Katrina del settembre 2005 negli Stati Uniti ed il terremoto in Pakistan nell’ottobre dello stesso anno: sono solo alcuni dei “fronti” che negli ultimi anni hanno visto impegnati i velivoli e gli equipaggi dell’Aeronautica Militare per portare aiuti e sostegno a popolazioni colpite da gravi calamità.

L’ultimo intervento di questo genere risale al maggio scorso, quando un velivolo da trasporto KC-767 dell’Aeronautica Militare è decollato dall’aeroporto di Pratica di Mare alla vola del Mali con a bordo un carico di materiale umanitario, presidi sanitari e attrezzature mediche fornite dal Ministero degli Interni, Vigili del Fuoco e dalla Croce Rossa Italiana.

Al trasporto aereo è affidato il compito, sempre più attuale e pressante, del trasferimento di personale, mezzi e materiali in ogni parte del mondo. Il supporto nelle emergenze umanitarie, accanto alle operazioni “fuori dai confini nazionali”, è uno dei compiti che più frequentemente vede impegnati gli aerei da trasporto dell’Aeronautica Militare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.