BOSNIA: RICORDATI GLI AVIATORI ITALIANI MORTI NEL 1992

Roma, 15 set. – Oggi su Monte Zec, a circa 40 chilometri ad ovest di Sarajevo, alla presenza dell’Ambasciatore italiano in Bosnia Herzegovina, Raimondo De Cardona, si e’ svolta la cerimonia di commemorazione dei 4 aviatori italiani che nel settembre del 1992, mentre trasportavano con il velivolo G222 “LYRA 34” dell’Aeronautica Militare Italiana, aiuti umanitari destinati alla popolazione di Sarajevo, persero la vita a seguito dell’abbattimento del loro aereo, mentre sorvolava le alture di Kresevo. La commemorazione e’ stata anche un momento per ricordare tutti i caduti italiani che, dal 1992 ad oggi, hanno perso la vita in Bosnia Herzegovina nell’adempimento del loro dovere per offrire un futuro migliore a questo Paese.
Durante la celebrazione i quattro avieri sono stati ricordati con la resa degli onori da parte di un picchetto formato da militari provenienti dai reparti della Brigata di artiglieria contraerea di Sabaudia e con la benedizione – impartita dal Cappellano Militare Don Nino Romano – del monumento che ricorda il tragico evento, sul quale l’Ambasciatore De Cardona, il Generale Castagnotto, Comandante di Eufor Althea ed il Generale Errico, Comandante del NATO Hq Sarajevo, hanno deposto una corona di alloro. (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.