Afghanistan: Amx distruggono due impianti radio degli insorti

afghanistan-amxHerat, 1 mar – Due velivoli AMX dell’Aeronautica Militare hanno distrutto con bombe a guida laser due antenne utilizzate dagli insorti per le comunicazioni radio nella regione occidentale dell’Afghanistan. Lo comunica una nota della forza multinazionale Isaf.

Nei giorni scorsi, gli analisti della Joint Air Task Force hanno individuato i due apparati, situati nel distretto del Gulistan – circa 130 miglia a sud est di Herat – attraverso l’analisi delle immagini rilevate nel corso di una precedente ricognizione aerea tramite il Pod Reccelite (sistema di ricognizione tattica ”ogni tempo” montato sugli AMX del Task Group ”Black Cats”). L’operazione, che ha portato alla distruzione “chirurgica” dei due impianti radio, è stata portata a termine con successo grazie al coordinamento con altri assetti nazionali ed internazionali.

Velivoli ”Predator” ed EC27J ”Jedi’ dell’Aeronautica Militare hanno rispettivamente perlustrato la zona per evitare danni collaterali e inibito eventuali attivazioni di ordigni esplosivi, mentre un elicottero Chinook 47 e un Mangusta dell’aviazione dell’Esercito hanno trasportato e scortato il team che, da terra, ha diretto l’azione dei cacciabombardieri per garantire una ancor maggiore precisione. Un aereo-cisterna KC 135 statunitense, infine, ha permesso il rifornimento in volo agli AMX. Gli stessi AMX dell’Aeronautica Militare, schierati ad Herat da circa un anno, proprio due giorni prima erano intervenuti nella vicina provincia di Farah fornendo fuoco di copertura in supporto di un convoglio costituito da forze di sicurezza afgane e da militari italiani della Transition Support Unit South attaccato da un gruppo di insorti posizionati in altura. (ASCA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.