Afghanistan: Aeronautica invia 4 caccia AMX. Sostituiranno Tornado

amxRoma, 30 ott – “La missione non cambia. Piloti e specialisti sono addestrati e pronti a svolgere il loro compito”. Lo ha detto il generale di squadra aerea Daniele Tei, capo di stato maggiore dell’Aeronautica, commentando l’invio di quattro velivoli caccia AMX per l’aeroporto militare di Herat, in Afghanistan, in programma per mercoledi’ 4 novembre dall’aeroporto militare di Istrana (Treviso), sede del 51mo Stormo dell’Aeronautica Militare.
I velivoli andranno a sostituire i caccia Tornado, ora schierati presso la base di Mazar-e-Sharif, con i medesimi compiti di ricognizione aerea nell’ambito della missione NATO-ISAF, iniziata su mandato delle Nazioni Unite nel 2003.
“In Afghanistan, dopo un periodo di ambientamento, i piloti sostituiranno in pieno i colleghi della linea caccia Tornado”, ha agggiunto il generale Tei, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare. “Vorrei cogliere l’occasione per sottolineare come l’attivita’ di ricognizione aerea svolga un compito essenziale per garantire la sicurezza della popolazione locale, dei militari della coalizione e delle forze afghane”.
I velivoli Tornado hanno effettuato in Afghanistan oltre 350 sortite per un totale di circa 900 ore di volo con ricognizioni su circa 800 obiettivi. Si prevede che rientrino in Italia entro il mese di dicembre e comunque non appena conclusa la fase di ambientamento degli AM-X.
I 4 velivoli AM-X verranno impiegati, come i velivoli Tornado, con compiti di ricognizione aerea per supportare le esigenze d’intelligence, sorveglianza e ricognizione e saranno equipaggiati con un sistema di ricognizione all’avanguardia. (Italpress)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.