Aeronautica militare: Cocer, il “ministro Mauro mantenga la parola data”

militari-aeronauticaRoma, 17 ott – «Il Ministro della Difesa, nel corso dell’incontro tenutosi lo scorso 29 agosto, si era impegnato a mantenere vivi e costanti i rapporti con il Cocer per discutere dei decreti discendenti dalla legge n. 244/2012 in tema di “delega al Governo per la revisione dello strumento militare nazionale e norme sulla medesima materia” nonché si era assunto pubblicamente l’onere di far conoscere l’intendimento del governo in merito allo sblocco delle dinamiche salariali per l’anno 2014 e sull’ipotesi di adeguamento del sistema rappresentativo del personale militare dettando da subito precise indicazioni politiche e indirizzi innovativi circa l’esercizio dell’ azione rappresentativa, rimuovendo gli attuali vincoli

anacronistici e aprendo contestualmente un vero confronto con il Cocer per una riforma più organica del sistema rappresentativo dei militari. Ad oggi regna il silenzio su tutte le tematiche».

Così i delegati del Cocer Aeronautica in una nota.

«Il Cocer dell’Aeronautica Militare – proseguono i delegati – , pur consapevole del momento politico vissuto dalla compagine governativa, chiede al Ministro un incontro in tempi brevi volto a riannodare i fili del discorso sulle delicatissime tematiche che investono e preoccupano il personale in uniforme».

«Al contempo – conclude il Cocer – , verificato che nelle Commissioni Difesa del Parlamento è iniziato l’esame dei decreti legislativi discendenti dalla cennata legge n. 244/12 auspica, così come chiesto dall’On. Duranti ed altri, l’immediata audizione del Co.Ce.R. Interforze per porre in evidenza le numerose criticità dei provvedimenti in esame».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.