Aeronautica: la “Seconda Crociera Atlantica” vince il 1° premio “Sciabola Dorata”

festival-AMAlla 4ª edizione del Festival internazionale del Film Storico e Militare di Varsavia. Roma, 25 set – Sabato scorso, presso l’Accademia Nazionale delle Forze Armate di Polonia, l’Aeronautica Militare è stata premiata con il 1° premio “Sciabola Dorata” per il documentario dal titolo “Seconda Crociera Atlantica”, tratto dalla serie “Ali Dimenticate” prodotta dallo Stato Maggiore Aeronautica – V Reparto – Centro Produzione Audiovisivi.

Il Festival, svoltosi a Varsavia dal 16 al 21 settembre, è stato patrocinato dal Ministero della Difesa e dall’Istituto Nazionale di Cinematografia di Polonia, e ha visto le 67 opere in concorso, provenienti da 14 Paesi, contendersi la vittoria in tre categorie: documentaristica, filmati di divulgazione militare e opere di creatività artistica.

L’Italia ha partecipato al concorso per la prima volta, per la sezione documentaristica, con un filmato che grazie al recupero della vasta filmografia storica conservata negli archivi del Centro Produzione Audiovisivi dell’Aeronautica Militare, ha il pregio di rievocare l’impresa secondo i canoni espressivi dell’epoca di produzione originale.

Il 1° premio, assegnato all’unanimità da una giuria di esperti con a capo il Generale Lech M. Konopka, è stato ritirato dall’Addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia a Varsavia, Generale di Brigata Filippo Camporesi, nell’ambito di una cerimonia svoltasi presso l’Accademia Nazionale delle Forze Armate di Polonia, alla presenza di Autorità militari, civili, religiose e diplomatiche.

La “crociera” compiuta da Italo Balbo nel 1933 sulla rotta Orbetello – Chicago – New York – Roma esattamente 80 anni fa, è considerata la più grande impresa aeronautica di tutti i tempi. Occasione storica, svoltasi in concomitanza della Fiera mondiale delle Esposizioni a Chicago, trovò la Forza Armata Aerea (resa autonoma dallo stesso Balbo rispetto a Esercito e Marina) all’apice del suo fulgore internazionale, rinnovato dopo le glorie di Francesco Baracca nel primo conflitto mondiale con nuovi “assi” del pilotaggio del calibro di De Pinedo, Ferrarin, Nobile e molti altri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.